FORMATI A IMMAGINE DI GESÙ

2. Gesù, il volto umano di Dio

Il desiderio di vedere Dio

Il desiderio che da sempre inquieta il cuore dell’uomo è quello di vedere Dio. Ma è possibile vedere Dio lungo l’incerto cammino dei nostri giorni? La risposta dell’Antico Testamento è netta: nessun uomo può vedere il volto di Dio e restare in vita. Anche secondo il Nuovo Testamento Dio nessuno l’ha mai visto,ma “proprio il Figlio unigenito che è nel seno del Padre, lui lo ha rivelato”(Gv 1,18).Questo è l’evento che segna la storia e spezza in due la linea del tempo: l’Invisibile si è fatto visibile, la Parola di Dio si è fatta uomo e in Gesù di Nazaret ha assunto un volto e un nome.Tutta la fede cristiana si riassume in quel volto: unico, concreto, irripetibile.Volto divino e umano; volto umano di Dio; volto divino di uomo.

In Gesù Cristo Dio si fa visibile

Gesù Cristo, il Figlio di Dio in persona, è la rivelazione trasparente del volto del Padre: chi vede lui, vede il Padre. E il volto di Dio che lui rivela è quello di un padre premuroso,che lascia liberi i suoi figli ma non si rassegna al loro rifiuto. È il volto di un Dio grande, che ama la vita e dona luce e forza per credere che la nostra piccola esistenza fa parte di un disegno d’amore più grande. È il volto di un Dio fedele, che ascolta e si fa vicino a tutti, che ha fiducia in noi e sa attendere. È il volto di chi mette nelle nostre mani tutte le sue ricchezze, di chi sa unire giustizia e perdono, verità e amore. Il Dio rivelato da Gesù è un Dio di cui non avere mai paura. Pregare è aprirgli il cuore con la confidenza e la tenerezza del bimbo verso il suo papà. Anche nel momento supremo della prova, Gesù indica che a Lui,solo apparentemente silenzioso, ci si può affidare e da Lui si può attendere la liberazione dall’ultimo nemico, la morte.

In Gesù l’uomo riconosce il suo vero volto

L’uomo è una persona unica nella sua individualità, originale per la sua storia, grande per la sua vocazione: questo è quanto annuncia Gesù con la sua vita e con il suo insegnamento. L’uomo,ogni singolo uomo,è prezioso agli occhi di Dio:con le sue capacità e i suoi limiti, con i suoi sforzi e le sue cadute, è un figlio amato da sempre e chiamato ad una felicità per sempre. Gesù, l’uomo veramente libero di fronte a ogni pregiudizio e persino di fronte alla morte, ci svela il segreto della libertà: la totale fiducia in Dio Padre. Nella fede in Gesù siamo liberati dalla preoccupazione di pensare soltanto a noi stessi, nella speranza siamo resi forti per non lasciarci paralizzare dalla paura di non riuscire, nell’amore diventiamo liberi per amare. Nella Chiesa, che è il corpo di Gesù, siamo radunati nel suo Spirito d’amore per costruire comunione e fraternità e per sanare il cuore del mondo con le opere della nonviolenza, della solidarietà, del perdono.