FORMATI A IMMAGINE DI GESÙ

5. Il volto annunciato di Gesù: la Chiesa

Il volto del Risorto nel mistero della Chiesa

L’incontro con Cristo cambia la vita. Nessuno di noi, però, ha raggiunto il Cristo da solo, né direttamente, né una volta per sempre. L’incontro vero col Signore si rende possibile soltanto attraverso persone e occasioni precise; in una parola, attraverso
la mediazione della Chiesa: la sua liturgia, le sue molte vocazioni, la sua tradizione. L’esistenza cristiana ha una sua naturale dimensione ecclesiale: la comunità non si aggiunge come un di più alla nostra personale vita cristiana, ma vi si intreccia profondamente, rivelandoci che non possiamo essere cristiani da soli. La missione della Chiesa, iniziata con gli apostoli, continua in questo tempo grazie ai discepoli di oggi: anche grazie a noi, cristiani laici, nella misura in cui il cuore vive la serena consapevolezza del dono ricevuto, e risponde con fedeltà alla chiamata a vivere questo tempo per trasmettere la luce della fede.

Segno e strumento della comunione di Dio con l’uomo

La Chiesa vive e opera nella storia come segno e strumento di quell’alleanza di pace che Dio ha voluto stringere con gli uomini, perché siano in pace tra di loro e con l’intera creazione. Animata dallo Spirito del Signore Gesù, guidata dal Papa e dai vescovi, successori degli apostoli, vivificata dai sacramenti e dai doni che il Risorto comunica a piene mani a tutti i battezzati, la Chiesa svela e realizza il progetto d’amore che il Padre ha per l’umanità:fare di Cristo il cuore del mondo e di tutto il genere umano l’unico popolo di Dio.