GLI ITINERARI FORMATIVI

Negli itinerari formativi prende forma ordinaria la nostra proposta educativa. Lo sforzo che in queste pagine viene compiuto è quello di descrivere la dinamica della vita cristiana, considerando il suo sviluppo in tre diverse situazioni: lungo il percorso della vita; ogni anno; nella condizione di chi decide di scoprire o riscoprire la fede cristiana.
L’intenzione è quella di disegnare percorsi definiti,indicandone i momenti qualificanti, le tappe, gli obiettivi concreti.

Itinerari formativi: viaggio dell’anima

La formazione dell’Azione Cattolica diviene concreta negli itinerari formativi. Il termine ‘itinerario’ richiama l’idea del viaggio: ogni viaggio ha una partenza,un luogo e un tempo precisi per muoversi,un punto di arrivo che indica la direzione; conosce tappe, soste, accelerazioni, svolte e punti di non ritorno. Ogni viaggio, passo dopo passo, attua un progressivo avvicinamento alla meta.
Anche la formazione – in quanto viaggio dell’anima – ha le stesse caratteristiche: senza un punto di partenza, una meta che orienta, tappe e soste che la scandiscono non può esserci un itinerario formativo,ma solo un vuoto girare su di sé,nell’illusione di un cammino che non c’è e che perde inesorabilmente di interesse e di vigore.
Gli itinerari formativi dell’AC hanno alcune caratteristiche precise: sono qualificati dal fatto che avvengono dentro un’esperienza
associativa e traggono vantaggio dalla scelta di essere insieme, tipica di un’associazione. Sono itinerari che hanno nella coscienza di ogni singola persona il luogo della sintesi, dell’unità, dell’integrazione. Per questo possono assumere la molteplicità delle situazioni di vita e di fede di ciascuno ed essere essi stessi multiformi.